sabato 9 ottobre 2010

Qualcosa è mancato, un sostegno, un tutore come per le piante.
Non conosco regole di funzionamento se non quelle dettate dall'istinto che spesso sbaglia.
Le vorrei ma non sono venute, me le sono dovute dare e tante non funzionano perché a 11 anni non sai niente e ti inventi una struttura identitaria costruita su un misto di genitori crudeli e cartoni animati giapponesi che diventa una bibbia, un vangelo dell'assurdo e intanto cresci come un animale piegato dagli eventi.

Dentro, che fuori una parvenza di struttura ce l'hai. Se non altro per aver copiato quella degli altri.
Ma per dartela dentro arrangi il mondo come viene.
Quindi in realtà, questo pastrocchio di carne e pensieri che sono è anche figlia mia. Sono mia figlia e mi sono tenuta insieme, mi sono fatta crescere e venire bella come piace a me.

Mai avuto la sensazione che la vita debba ancora cominciare?
Io sempre. 
Penso che è perché non mi hanno salutato sulla porta di casa, quella mattina, prima di andare a scuola.
E io sono lì, ad aspettare che mi dicano che va bene alzarsi e andare e che saranno lì quando torno all'una per pranzo.
E invece no. Non me l'hanno detto.

7 commenti:

  1. Noooo incredibile, scrivo e poi cerco un'immagine e vengo qui per ringraziarti del commento che ha dato la stura al cercare di capire e cosa trovo? che anche tu sei legata a doppio filo ai cartoni giapponesi.
    i componenti, son quelli che ci hanno rovinate.

    ;)

    RispondiElimina
  2. goldrake con febbre a quaranta, segnata per sempre

    RispondiElimina
  3. eh già la vita può (ri)cominciare davvero da un momento all'altro .. e questa è un'altra brutta notizia

    RispondiElimina
  4. la vita ricomincia ogni volta che noi abbiamo voglia di metterci in discussione, e cambiarci le caselle. Uno spasso o no?

    RispondiElimina
  5. non ho bisogno di rassicurazioni né di banalità.
    ricominciare non è cominciare.
    quello è un problema vostro
    non mio
    quella retorica serve a voi.
    io cerco altro

    RispondiElimina
  6. Io di fatto no ricordo quando mia madre ha smesso di chiedermi com'era andata a scuola...forse non me l'ha mai chiesto.

    RispondiElimina
  7. no, non l'ha mai chiesto davvero.

    RispondiElimina