sabato 1 gennaio 2011

il primo gennaio siamo tutti astrologi, tutti àuguri.
tutti esperti dei desideri altrui di cui ci appropriamo per poi restituirli: "tante buone cose per l'anno nuovo".

io sono il ladruncolo che ho incontrato in treno che chiedeva l'elemosina con il viso triste da bambino immigrato dell'est mentre la sua mano bastarda si infilava nella mia borsa per rubare

18 commenti:

  1. i desideri scomodi sono più difficili da restituire. Il mio mi ha pugnalato alla schiena, sorridendo.

    RispondiElimina
  2. facciamo auguri anche per prenderceli, come per i regali

    RispondiElimina
  3. che palle, un altro anno, l'ennesima replica, dopo tutti sti ciak ripetuti la mia interpretazione anzichè migliorare risulta sempre meno convinta

    RispondiElimina
  4. sammy, chiedere in forma di dare

    RispondiElimina
  5. Usanze, abitudini, frasi fatte. Chiamale come vuoi.

    RispondiElimina
  6. Potendo scegliere quest'anno vorrei essere ladro ad alti livelli, uno che ti infila le mani in tasca e ti palpa il culo trecentosessantacinque giorni all'anno senza che te ne accorgi. Penso a un bancario della BCE, a un armatore internazionale o al Presidente del Coniglio italiano.

    RispondiElimina
  7. Ognuno usa le armi che ha a disposizione per sopravvivere.

    RispondiElimina
  8. arturo, benni dice "questa è la storia di due pianeti in guerra di cui uno era la terra e l'altro era la terra" ma io dico che questa è un'altra storia e le armi non servono

    RispondiElimina
  9. m, amatore internazionale sarebbe meglio non credi?

    RispondiElimina
  10. eva, sguazziamo nel luogo comune come plancton primordiale in attesa che ci crescano coda, branchie, zanne

    RispondiElimina
  11. è solo questione di una erre, comunque credo di si.

    RispondiElimina
  12. m, un brancario come ti sembra?

    RispondiElimina
  13. e perché augurare cose buone agli altri ?

    RispondiElimina
  14. e non si può fare a meno delle usanze ?

    RispondiElimina
  15. l'usanza sta alla frase fatta come la cultura locale sta al folklore

    RispondiElimina